Quale è la differenza tra i salari usuali e i salari minimi?

Quanto si può guadagnare? La risposta a questa domanda è fornita dai salari usuali sul mercato. Essi possono variare in funzione della formazione, dell’attività svolta e della regione. I salari usuali sono basati sulla Rilevazione della struttura dei salari (RSS 2010) dell’Ufficio federale di statistica (UST) e costituiscono una base di riferimento. I salari sono stati calcolati sulla base dei dati più recenti della Rilevazione della struttura dei salari (RSS) 2010 realizzata dall’Ufficio federale di statistica. È utilizzato un metodo di calcolo sviluppato presso l’Osservatorio universitario dell’impiego (OUE) dell’Università di Ginevra in collaborazione con l’Osservatorio ginevrino del mercato del lavoro (OGMT).
Questi dati ci sono messi cortesemente a disposizione dall’Unione sindacale svizzera (USS) che provengono dal calcolatore salariale USS e possono essere consultati qui.
Quanto si deve guadagnare? La risposta a questa domanda è fornita dai salari minimi vincolati, che vanno imperativamente osservati. Questi salari minimi esistono unicamente nei Contratti collettivi di lavoro (CCL) di determinati rami professionali e imprese. Per sapere se sei assoggettato a un tale CCL, devi consultare il campo di applicazione e, in caso di dubbio, devi prendere contatto con la Commissione paritetica competente.

Qualora un salario usuale fosse inferiore a un salario minimo previsto da un Contratto collettivo di lavoro, (CCL) è sempre determinante il salario minimo. Occorre tuttavia appurare con la Commissione competente se sei effettivamente assoggettato al CCL e se hai pertanto diritto al salario minimo vincolante.