Servizio-CCL.ch
Servizio-CCL.ch Logo Unia

Contratto Unia CCL industria del legno Svizzera

Versione del CCL

Contratto collettivo di lavoro : dal 01.01.2014
Conferimento dell’obbligatorietà generale: (nessun dato)
Il presente contratto collettivo di lavoro è valido in tutta la Svizzera.

*Articolo 1.1*

Criterio di selezione (51 su 51)

Panoramica del CCL

Dati di base

Tipo di CCLRamo professionaleResponsabile del CCLNumero di occupati assoggettatiNumero di aziende assoggettate

Campi di applicazione

Informazioni sintetiche sul campo d'applicazioneCampo d'applicazione geograficoCampo d'applicazione aziendaleCampo d'applicazione personaleCampo d'applicazione geografico con carattere obbligatorio generaleCampo d'applicazione aziendale con carattere obbligatorio generaleCampo d'applicazione personale con carattere obbligatorio generale

Durata della convenzione

Proroga contrattuale automatica / clausola di proroga 

Informazioni

Informazioni / indirizzo per l'ordinazione / Commissione paritetica 
Dettagli CCL conformemente al criterio di selezioneinizio pagina

Panoramica del CCL

Dati di base

Tipo di CCL

Tutta la Svizzera

Ramo professionale

Industria del legno

Responsabile del CCL

Bruna Campanello

Numero di occupati assoggettati

2'500 (2016), 2'650 (2014 e 2014), 2'600 (2010), 2'700 (2009), 2'700 (2007), 2'800 (2001)

Numero di aziende assoggettate

300 (2016), 295 (2014), 390 (2011/2012), 285 (2007)

Campi di applicazione

Campo d'applicazione geografico

Il presente contratto collettivo di lavoro è valido in tutta la Svizzera.

Articolo 1.1

Campo d'applicazione aziendale

Esso disciplina i rapporti tra affiliati dell’ASIL, titolari di segherie, lavorazione di piallatura, impianti d’impregnatura, aziende di impiallacciatura, fabbriche di legno compensato, lavorazione di tavole in legno massiccio, paniforte, novopan, casse, palette, ceste, steccati e lana di legno ed i loro lavoratori qualificati, semiqualificati, senza qualifica ed ausiliari.

Articolo 1.2

Campo d'applicazione personale

Esso disciplina i rapporti tra affiliati dell’ASIL, titolari di segherie, lavorazione di piallatura, impianti d’impregnatura, aziende di impiallacciatura, fabbriche di legno compensato, lavorazione di tavole in legno massiccio, paniforte, novopan, casse, palette, ceste, steccati e lana di legno ed i loro lavoratori qualificati, semiqualificati, senza qualifica ed ausiliari.

Esso non è applicabile al personale amministrativo, agli lavoratori in funzioni direttive come capi-reparto e capi-officina ed in particolare agli apprendisti.

Articolo 1

Durata della convenzione

Proroga contrattuale automatica / clausola di proroga

Se non viene disdetto per iscritto da una delle parti contraenti, tre mesi prima della scadenza (31.12.2011), la sua validità sarà prolungata di un altro anno.

Articolo 33.2

Informazioni

Informazioni / indirizzo per l'ordinazione / Commissione paritetica

Unia:
Bruna Campanello
044 295 16 37
bruna.campanello@unia.ch

Condizioni di lavoro

Salario e componenti salariali

Salari / salari minimi

Salari minimi dal 2014:
Categoriaall'oraal mese
Professionisti, specialisti qualificatiCHF 26.30CHF 4'866.--
Lavoratori semiqualificatiCHF 23.55CHF 4'357.--
Lavoratori senza qualificaCHF 21.10CHF 3'904.--

Salari minimi dopo la formazione:
- Persone con certificato di tirocinio AFC:
Anni di servizioPercento del salario minimoSalario per mese
1° anno di servizio88%CHF 4'282.--
2° anno di serivzio92%CHF 4'477.--
3° anno di serivzio96%CHF 4'671.--
4° anno di serivzio100%CHF 4'866.--
- Persone con certificato CFP ricevono il 90% rispetto a quelle con certificato AFC:
Anni di servizioSalario per mese
1° anno di servizioCHF 3'854.--
2° anno di serivzioCHF 4'029.--
3° anno di serivzioCHF 4'204.--
4° anno di serivzioCHF 4'379.--

Articolo 9; accordo aggiuntivo 2014

Categorie salariali

Vengono considerati lavoratori semiqualificati coloro i quali, per un periodo di almeno 2 anni, hanno eseguito un determinato lavoro specifico paragonabile a quello di un professionista.

Sono considerati senza qualifica i lavoratori senza certificato di dirocinio né formazione professionale specifica, assunti a tempo indeterminato o con un contratto a termine.

Articolo 9

Aumento salariale

A partire dal 1° gennaio 2014 tutti i lavoratori e tutte le lavoratrici hanno diritto a un adeguamento salariale:
Categoriapaga orariapaga mensile
Professionisti, specialisti qualificatiCHF -.35CHF 65.-
lavoratori semiqualificatiCHF -.30CHF 56.--
lavoratori senza qualificaCHF -.30CHF 56.--

Accordo aggiunitivo 2014

Indennità di fine anno / tredicesima mensilità / gratifica / premio per anzianità di servizio

Il datore di lavoro deve corrispondere al lavoratore, nel mese di dicembre, una dredicesima mensilità completa.

Articolo 10

Assegni per i figli

Il diritto agli assegni per i figli è regolato in base alle legislazioni cantonali.

Articolo 11

Supplementi salariali

Lavoro straordinario / ore supplementari

Con il consenso del lavoratore, il datore di lavoro può far compensare il lavoro straordinario, entre 14 settimane, mediante un congedo di durata almeno corrispondente. Se il lavoro straordinario non viene compensato mediante congedo, il datore di lavoro deve pagare per il lavoro straordinario il salario normale più un supplemento del 25%. Per tempo di viaggio non bisogna pagare supplemento.

Articolo 5

Lavoro notturno / lavoro al fine settimana / lavoro serale

Sorta di lavoroSupplementi
Lavoro de la sera (20:00 a 23:00)50%
Lavoro notturno (23:00 a 06:00)50%
Lavoro domenicale e durante i giorni festivi75%

Articolo 6

Lavoro a turni / servizio di picchetto

Sorta di lavoroSupplementi
Per lavoro a 2 turniCHF 1.12 la ora
Per lavoro a 3 turniCHF 2.26 la ora

Articolo 7

Rimborso spese

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Orario di lavoro e giorni liberi

Orario di lavoro

42.5 ore/settimana; 2'216/anno

Articolo 4

Vacanze

Categoria d'etàVacanze
Per tutti20 giorni
Fino al compimento del 20° anno di età25 giorni
Dopo 8 anni di servizio e il comimento de 50o anno di età25 giorni

Articolo 17

Giorni di congedo retribuiti (assenze)

OccasioneGiorni compensati
Matrimonio proprio2 giorni
Nascita di un figlio proprio1 giorno
Decesso del coniuge, di figlio o di genitori3 giorni
Decesso di suoceri, fratelli o sorelle2 giorni
Decesso di altri membri della famiglia (zio, zia, nonni)1 giorno
Ispezione militareal minimo 0.5 giorno
Trasloco per lavoratori che non sono licenziati1 giorno

Articolo 16

Giorni festivi retribuiti

Il lavoratore ha diritto ad un compenso per nove giorni festivi ufficiali all’annon che cadono in un giorno lavorativo (compresa il giorno festivo federale del 1°agosto).

Articolo 18

Congedo di formazione

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Indennità per perdita di guadagno

Malattia / infortunio

Malattia:
80% del salario lordo, 720 giorni entro 900 giorni consecutivi, 2 giorni di attesa

Infortunio:
In caso d’infortunio il datore di lavoro non deve versare nessuna prestazione nella misura in cui le prestazioni della INSAI coprano l’80% del salario perso. Se le prestationi assicurative sono inferiori il datore di lavoro deve provvedere alla copertura della differenza tra queste e l’80% del salario perso. Il datore di lavoro paga i premi per l’assicurazione contro gli infortuni professionali mentre il lavoratore paga quelli per l’assicurazione contro gli infortuni non professionali.

Articoli 13 e 14

Congedo maternità / paternità / parentale

Congedo paternità: 1 giorno

Articolo 16

Servizio militare / civile / di protezione civile

Salario in caso di servizio militareCelibi senza persone a caricoCelibi con persone a carico e sposati
Durante la scuola reclute in qualità di recluta, corsi quadri e servizio militare50%80%
Per altri servizi fino la massimo di 4 settimane per anno civile80%100%

Articolo 15

Regolamentazioni in materia di pensionamento / pensionamento anticipato

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Protezione del lavoro / contro la discriminazione

Disposizioni antidiscriminazione

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Parità in generale / parità salariale / conciliazione della vita professionale e familiare / molestie sessuali

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Sicurezza sul lavoro / protezione della salute

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Apprendisti / dipendenti fino a 20 anni d'età

Assoggettamento al CCL:
Il CCl non è applicabile agli apprendisti.

Raccomandazione salariale per gli apprendisti Industria del legno Svizzera (dal 1.1.2004):
- 1° anno di tirocinio: CHF 700.-- al mese
- 2° anno di tirocinio: CHF 950.-- al mese
- 3° anno di tirocinio: CHF 1'300.-- al mese

Vacanze:
25 giorni fino al compimento del 20° anno di età.

Articoli 1 e 17; raccomandazioni Industria del legno Svizzera

Disdetta

Termine di preavviso

Anni di servizioPeriodo di preavviso
Periodo di prova (1 mese)7 giorni
Nel 1° anno di servizio1 mese
Dal 2° al 9° anno di servizio2 mesi
Dal 10° anno di servizio3 mesi

Articolo 19

Protezione contro il licenziamento

Dopo la fine del periodo di prova il datore di lavoro non può disdire il rapporto di lavoro:
- In caso di servizio obbligatorio svizzero militare o di protezione civile, di servizio militare femminile o di servizio per la Croce Rossa, in quanto tale servizio duri più di dodici giorni, nelle otto settimane precedenti o susseguenti
- In caso di impedimento totale o parziale al lavoro non imputabile al lavoratore, e preci samente durante 30 giorni nel primo anno di servizio, durante 90 giorni dal secondo fino al quinto anno compreso di servizio, e durante 180 giorni a partire dal sesto anno di servizio
- Durante la gravidanza e nelle 16 settimane susseguenti al parto di una lavoratrice
- Durante il periodo in cui il lavoratore, con il consenso del datore di lavoro, presta servizio per un’azione di aiuto

Articolo 20

Partenariato sociale

Parti contraenti

Rappresentanza dei lavoratori

Sindacato Unia
Syna - sindacato interprofessionale

Rappresentanza dei datori di lavoro

Industria del legno Svizzera
Associazione svizzera per l'industria del legno e basi da imabbalggio (ISLI)

Organi paritetici

Organi d'esecuzione

Le associazioni contraenti designano una commissione professionale paritetica. Essa è composta di 3 rappresentanti dell’associazione padronale e di 3 rappresentanti delle organizzazioni sindacali. Si costituisce e le sue decisioni devono essere prese con maggioranza assoluta dei voti rappresentati. La commissione professionale esegue controlli in merito all’osservanza del presente contratto. Se la commissione accerta che determinati datori di lavoro non rispettano i diritti contrattuali del lavoratore, essa ha diritto ad intervenire presso questi invitandoli ad osservare i loro doveri. La commissione professionale paritetica ha il diritto di infligere e se necessario di incassare per via legale ammende convenzionali ai sensi dell’art. 29.

Articolo 28

Fondo

nessuno

Partecipazione

Congedo per partecipare alle attività sindacali

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Disposizioni in materia di partecipazione (commissioni aziendali, commissioni giovanili ecc.)

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Disposizioni di protezione per i delegati sindacali e i membri delle commissioni aziendali/del personale

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Misure sociali / piani sociali / licenziamenti di massa / mantenimento dei posti di lavoro

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Disciplina sui conflitti

Procedura di conciliazione

LivelloInstituzione responsabile
1° livelloAziende
2° livelloCommissione professionale paritetica
3° livelloCollegio arbitrale

Articoli 30 e 31

Obbligo della pace

Per quanto riguarda i rapporti di lavoro regolati dal presente contratto le parti contraenti s’impegnano per tutta la durata del contratto a mantenere la pace sul lavoro. Ogni parte contraente s’impegna al non provocare o appoggiare turbamenti, bensì ad adottare tutte le misure atte ad evitarli. Sono considerati per esempio, turbamenti della pace del lavoro, scioperi, serrate, proscrizioni, liste nere, boicotti e rappresaglie.

Articolo 32

Documenti e link  inizio pagina
» Elenco dei membri
» CCL per l'industria del legno 2002 (148 KB, PDF)
» Accordo aggiuntivo industria del legno 2014 (206 KB, PDF)

Esportazione inizio pagina
» Documento PDF
» Scarica file Excel
 

    Al momento il suo elenco dei preferiti non contiene alcuna versione di CCL.


Unia Home


Produktion (Version 5.4.2)