Servizio-CCL.ch
Servizio-CCL.ch Logo Unia

Contratto Unia CCNL per l'artigianato svizzero del metallo

Versione del CCL

Contratto collettivo di lavoro : dal 01.01.2015
Conferimento dell’obbligatorietà generale: 01.05.2015 - 30.06.2019

Criterio di selezione (51 su 51)

Dettagli CCL conformemente al criterio di selezioneinizio pagina

Panoramica del CCL

Dati di base

Tipo di CCL

Sovraregionale

Ramo professionale

Costruzione metalliche/acciaio

Responsabile del CCL

Vincenzo Giovannelli
Serge Torriani

Numero di occupati assoggettati

15'020 (2015), 15'190 (2014), 15'320 (2013), 14'400 (2010), 13'955 (2009), 12'740 (2005)

Numero di aziende assoggettate

2'400 (2015), 3'850 (2014), ca. 2'800 (2010)

Campi di applicazione

Campo d'applicazione geografico

Svizzera, eccettuati il Canton Basilea Campagna e i settori serramenta, metalcostruzioni e costruzioni in acciaio nei Cantoni VD, VS, GE nella misura in cui aderiscano a una propria convenzione collettiva.

Articolo 3.1

Campo d'applicazione aziendale

Tutti i datori di lavoro e lavoratori dei settori delle metalcostruzioni, della tecnica agricola, della forgiatura, delle serramenta e delle costruzioni in acciaio.
- Le disposizioni cui è stato conferito il carattere d’obbligatorietà generale si applicano anche ai datori di lavoro con sede in Svizzera ma al di fuori del campo di applicazione territoriale e ai loro lavoratori, che svolgono lavori del presente campo di applicazione.
- Tutti i settori affini che non siano espressamente sottoposti a un’altra convenzione o che non siano stati esclusi dal campo d’applicazione della presente CCNL dalla CPNM. - Tutti i membri dell’Unione Svizzera del Metallo, purché non siano stati esplicitamente esclusi dal campo di applicazione dalla Commissione paritetica nazionale.
- Datori di lavoro che hanno concluso un contratto d‘adesione.

Articolo 3.2

Campo d'applicazione personale

Fa statto per:
- Tutti i lavoratori occupati presso un datore di lavoro vincolato al CCL, purché siano membri di un’organizzazione di lavoratori convenzionata e non abbiano concordato espressamente altre disposizioni in un contratto di lavoro individuale
- Singole disposizioni si applicano anche ai lavoratori impiegati tramite agenzie di collocamento o di consulenza per il personale.

Lavoratori non sottoposti al CCL:
a) i titolari di aziende e i loro famigliari, conformemente all’art. 4, cpv. 1 LL;
b) i dipendenti occupati con funzioni quadro a cui sono sottoposti dei collaboratori, nonché quei collaboratori che, in base alla loro posizione o responsabilità, dispongono di ampi poteri decisionali all’interno dell’azienda oppure possono influenzare in modo determinante le decisioni;
c) i lavoratori che svolgono prevalentemente compiti amministrativi, come corrispondenza, salari, contabilità e gestione del personale;
d) i lavoratori che si occupano prevalentemente di pianificazione, progettazione, calcolo e allestimento di offerte;
e) gli apprendisti (vedi appendice 7). Per le persone in formazione, dall’inizio del tirocinio 2014, si applicano i seguenti articoli del CCL: art. 24 «Durata del lavoro», art. 30 «Giorni festivi» e art. 33 «Assenze giustificate». L’indennità mensile alle persone in formazione è pagata 13 volte all’anno.

Articolo 3.3 e 3.4

Campo d'applicazione geografico con carattere obbligatorio generale

L’obbligatorietà generale fa stato per tutta la Svizzera eccettuati le Cantoni di Basilea Campagna e Basilea Città ed i settori serramenta, metalcostruzioni e costruzioni in acciaio nei Cantoni Vallese, Vaud e Ginevra.

Articolo 2: Conferimento del carattere obbligatorio generale

Campo d'applicazione aziendale con carattere obbligatorio generale

Le disposizioni del contratto collettivo di lavoro dichiarate di obbligatorietà generale sono direttamente applicabili a tutti i datori di lavoro e i lavoratori delle aziende dei seguenti settori che occupano fino a 70 lavoratori sottoposti al contratto collettivo di lavoro esteso:
a. settore delle metalcostruzioni; questo comprende la lavorazione della lamiera e del metallo allo scopo di fabbricare, montare, riparazione e servizi per seguenti prodotti: porte, cancelli, dispositivi antincendio, finestre, facciate, sistemi di protezione contro il sole e le intemperie, avvolgibili, tapparelle, mobili di metallo, arredi per negozi, cisterne, contenitori, apparecchi, impalcature, elementi metallici prefabbricati, sistemi tecnici di sicurezza, recinzioni, prodotti di saldatura, prodotti di metalcostruzione per il genio civile;
b. settore della tecnica agricola; questo comprende costruzione e/o riparazione di macchine agricole, comunali, forestali e da cortile, macchine per l‘agricoltura e il giardinaggio, costruzione, riparazione e servizio di attrezzature per l‘allevamento di animali, nonché la raccolta e la lavorazione del latte, attrezzature da stalla; aziende che eseguono lavoro salariato agricolo e/o forestale, se effettuano riparazioni per conto terzi;
c. settore della forgiatura; questo comprende fabbri (anche di veicoli), maniscalchi e ferro battuto artistico;
d. settore delle serramenta;
e. settore delle costruzioni in acciaio.

Sono eccettuate:
a. le aziende nei rami riscaldamento, della climatizzazione, della ventilazione e dei lattonieri ed installatori;
b. le aziende dell’industria metalmeccanica ed elletrica affiliate all’Associazione padronale svizzera dell’industria metalmeccanica (ASM);
c. le aziende che non appartengono al settore della tecnica agricola secondo l’articolo 2 capoverso 2 lettera b e che lavorano prevalentemente in ambitomeccanico-tecnico ed elettrotecnico/elettronico e producono soprattutto
apparecchiature e apparecchi di alta complessità.

Sono altresi eccettuati:
a. i dipendenti occupati con funzioni quadro a cui sono sottoposti dei collaboratori, nonché quei collaboratori che, in base alla loro posizione o responsabilità, dispongono di ampi poteri decisionali all‘interno dell‘azienda oppure possono inftuenzare in modo determinante le decisioni:
b. i lavoratori ehe svolgono prevalentemente compiti amministrativi, come corrispondenza, salari, contabilità e gestione del personale;
c. i lavoratori che si occupano prevalentemente di pianificazione, progettazione, calcolo e allestimento di offerte;
d. i farniliari dei datori di Iavoro;
e. gli apprendisti. Per le persone in formazione, dall‘inizio del tirocinio 2014, si applieano i seguenti articoli del CCL: art. 24 «Durata del lavoro», art. 30 «Giorni festivi» e art. 33 «Assenze giustificate». L‘indennittà mensile alle
persone in formazione è pagata 13 volte all‘anno.

Le disposizioni del CCL, dichiarate di obbligatorietà generale, relative alle condizioni lavorative e salariali ai sensi dell’articolo 2 capoverso 1 della legge federale sui lavoratori distaccati in Svizzera e degli articoli 1 e 2 della relativa ordinanza valgono anche per i datori di lavoro con sede in Svizzera ma al di fuori del campo di applicazione territoriale definito nel capoverso 1 come pure per i loro lavoratori nel caso in cui essi svolgano lavori all’interno di questo campo di applicazione. Per il controllo del rispetto di queste disposizioni del CCL sono competenti le Commissioni Paritetiche del CCL.

Conferimento del carattere obbligatorio generale : articolo 2

Campo d'applicazione personale con carattere obbligatorio generale

Le disposizioni del contratto collettivo di lavoro dichiarate di obbligatorietà generale sono direttamente applicabili a tutti i datori di lavoro e i lavoratori delle aziende dei seguenti settori che occupano fino a 70 lavoratori sottoposti al contratto collettivo di lavoro esteso:
a. settore delle metalcostruzioni; questo comprende la lavorazione della lamiera e del metallo allo scopo di fabbricare, montare, riparazione e servizi per seguenti prodotti: porte, cancelli, dispositivi antincendio, finestre, facciate, sistemi di protezione contro il sole e le intemperie, avvolgibili, tapparelle, mobili di metallo, arredi per negozi, cisterne, contenitori, apparecchi, impalcature, elementi metallici prefabbricati, sistemi tecnici di sicurezza, recinzioni, prodotti di saldatura, prodotti di metalcostruzione per il genio civile;
b. settore della tecnica agricola; questo comprende costruzione e/o riparazione di macchine agricole, comunali, forestali e da cortile, macchine per l‘agricoltura e il giardinaggio, costruzione, riparazione e servizio di attrezzature per l‘allevamento di animali, nonché la raccolta e la lavorazione del latte, attrezzature da stalla; aziende che eseguono lavoro salariato agricolo e/o forestale, se effettuano riparazioni per conto terzi;
c. settore della forgiatura; questo comprende fabbri (anche di veicoli), maniscalchi e ferro battuto artistico;
d. settore delle serramenta;
e. settore delle costruzioni in acciaio.

Sono eccettuate:
a. le aziende nei rami riscaldamento, della climatizzazione, della ventilazione e dei lattonieri ed installatori;
b. le aziende dell’industria metalmeccanica ed elletrica affiliate all’Associazione padronale svizzera dell’industria metalmeccanica (ASM);
c. le aziende che non appartengono al settore della tecnica agricola secondo l’articolo 2 capoverso 2 lettera b e che lavorano prevalentemente in ambitomeccanico-tecnico ed elettrotecnico/elettronico e producono soprattutto
apparecchiature e apparecchi di alta complessità.

Sono altresi eccettuati:
a. i dipendenti occupati con funzioni quadro a cui sono sottoposti dei collaboratori, nonché quei collaboratori che, in base alla loro posizione o responsabilità, dispongono di ampi poteri decisionali all‘interno dell‘azienda oppure possono inftuenzare in modo determinante le decisioni:
b. i lavoratori ehe svolgono prevalentemente compiti amministrativi, come corrispondenza, salari, contabilità e gestione del personale;
c. i lavoratori che si occupano prevalentemente di pianificazione, progettazione, calcolo e allestimento di offerte;
d. i farniliari dei datori di Iavoro;
e. gli apprendisti. Per le persone in formazione, dall‘inizio del tirocinio 2014, si applieano i seguenti articoli del CCL: art. 24 «Durata del lavoro», art. 30 «Giorni festivi» e art. 33 «Assenze giustificate». L‘indennittà mensile alle
persone in formazione è pagata 13 volte all‘anno.

Le disposizioni del CCL, dichiarate di obbligatorietà generale, relative alle condizioni lavorative e salariali ai sensi dell’articolo 2 capoverso 1 della legge federale sui lavoratori distaccati in Svizzera e degli articoli 1 e 2 della relativa ordinanza valgono anche per i datori di lavoro con sede in Svizzera ma al di fuori del campo di applicazione territoriale definito nel capoverso 1 come pure per i loro lavoratori nel caso in cui essi svolgano lavori all’interno di questo campo di applicazione. Per il controllo del rispetto di queste disposizioni del CCL sono competenti le Commissioni Paritetiche del CCL.

Conferimento del carattere obbligatorio generale : articolo 2

Durata della convenzione

Proroga contrattuale automatica / clausola di proroga

Se nessuna delle parti la revoca, la CCNL rimane in vigore per un altro anno.

In caso di proroga della CCNL, la CCNL prorogata potrà essere disdetta con un termine di preavviso di 6 mesi la prima volta per il 31.12.2019.

Articolo 18.4 e 18.5

Informazioni

Informazioni / indirizzo per l'ordinazione / Commissione paritetica

Commissione Paritetica Nazionale delle Metalcostruzioni (CPNM)
Seestrasse 105
8002 Zurigo
044 285 77 06
www.plkm.ch

Unia:
Serge Torriani
031 350 23 54
serge.torriani@unia.ch

Condizioni di lavoro

Salario e componenti salariali

Salari / salari minimi

Salari minimi dal 1.1.2014 (dichiarato d’obbligatorietà generale a partire dal 1.7.2014):
Categoria di collaboratori per esperienza professionale/settoriale (1)(2)Salario orarioSalario mensileSalario annuale
Metalcostruttore/metalcostruttrice AFC (Costruzione metallica/Lavori in ferro battuto/Costruzioni in acciaio)(1):
1o e 2o annoCHF 23.55CHF 4'100.--CHF 53'300.--
3o e 4o annoCHF 24.60CHF 4'280.--CHF 55'640.--
5o e 6o annoCHF 25.65CHF 4'460.--CHF 57'980.--
7o e 8o annoCHF 26.65CHF 4'640.--CHF 60'320.--
9o e 10o annoCHF 27.70CHF 4'820.--CHF 62'660.--
dall‘11o annoCHF 28.75CHF 5'000.--CHF 65'000.--
maniscalchi/meccanici/meccaniche per macchine agricole AFC, meccanici/ meccaniche di apparecchi a motore AFC(1):
1o e 2o annoCHF 22.45CHF 4'100.--CHF 53'300.--
3o e 4o annoCHF 23.45CHF 4'280.--CHF 55'640.--
5o e 6o annoCHF 24.45CHF 4'460.--CHF 57'980.--
7o e 8o annoCHF 25.40CHF 4'640.--CHF 60'320.--
9o e 10o annoCHF 26.40CHF 4'820.--CHF 62'660.--
dall‘11o annoCHF 27.40CHF 5'000.--CHF 65'000.--
Lavoratori semiqualificati in un settore specializzato (Costruzione metallica/Lavori in ferro battuto/Costruzioni in acciaio)(2):
1o e 2o annoCHF 20.40CHF 3'550.--CHF 46'150.--
3o e 4o annoCHF 21.25CHF 3'700.--CHF 48'100.--
5o e 6o annoCHF 22.10CHF 3'850.--CHF 50'050.--
7o e 8o annoCHF 23.--CHF 4'000.--CHF 52'000.--
dal‘9o annoCHF 23.85CHF 4'150.--CHF 53'950.--
Lavoratori semiqualificati in un settore specializzato (maniscalchi/meccanica per macchine agricole/meccania di apparecchi a motore)(2):
1o e 2o annoCHF 19.45CHF 3'550.--CHF 46'150.--
3o e 4o annoCHF 20.25CHF 3'700.--CHF 48'100.--
5o e 6o annoCHF 21.10CHF 3'850.--CHF 50'050.--
7o e 8o annoCHF 21.90CHF 4'000.--CHF 52'000.--
dal‘9o annoCHF 22.75CHF 4'150.--CHF 53'950.--
Aiuto metalcostruttore/metalcostruttrice CFP(1):
1o e 2o annoCHF 20.70CHF 3'600.--CHF 46'800.--
3o e 4o annoCHF 21.55CHF 3'750.--CHF 48'750.--
5o e 6o annoCHF 22.40CHF 3'900.--CHF 50'700.--
7o e 8o annoCHF 23.25CHF 4'050.--CHF 52'650.--
dal‘9o annoCHF 24.15CHF 4'200.--CHF 54'600.--

(1) L’esperienza professionale e settoriale vale dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello in cui è stata terminata la formazione professionale di base o (2) dell’anno successivo a quello in cui il lavoratore compie il 20° anno d’età.

Articolo 37; accordo valido dal 1.1.15

Categorie salariali

Categorie di lavoratori:
a) metalcostruttore/metalcostruttrice AFC (costruzione metallica, fabbri, costruzioni in acciaio)
b) meccanici/meccaniche per macchine agricole, maniscalchi, meceanici/meccaniche di apparecchi a motore AFC
c) aiuto metalcostruttore/metalcostruttrice CFP
d) lavoratori semiqualificati in un settore specializzato: svolgimento di lavori ripetitivi, esecuzione corretta di semplici procedure in base alle istruzioni necessarie

Artikel 37.6

Aumento salariale

2015 (dichiarato d’obbligatorietà generale a partire dal 1.5.2015):
Aumento generale di CHF 30.--/mese. Per i lavoratori a tempo parziale in base al pro rata.
I datori di lavoro che hanno concesso, a decorrere dal 1° gennaio 2015, un aumento generale del salario possono computarlo sull'aumento salariale conformemente all'appendice 10 del contratto collettivo di lavoro.


Per informazione:
trattative salariali annuali.

Articoli 37.2 e 39; accordo valido dal 1.1.15

Indennità di fine anno / tredicesima mensilità / gratifica / premio per anzianità di servizio

13ma mensilità (100% del salario mensile medio)

Articolo 38

Assegni per i figli

Conformemente alle disposizioni cantonali vigenti in materia

Articolo 46.2

Supplementi salariali

Lavoro straordinario / ore supplementari

E compensato il lavoro straordinario unicamente se è stato ordinato dal datore di lavoro o dal suo rappresentante o riconosciuto in seguito come tale.
Lavoro straordinario normale (effettuato nell’ambito della durata annuale del lavoro, rispettivamente entro i limiti della legge sul lavoro: dalle 6h00 alle 23h00): compensazione con tempo libero di uguale durata nel corso dell’anno civile seguente.
100 ore all’anno possono essere retribuite senza indennità. Le ore straordinarie oltre questo limite che per motivi aziendali non possono essere compensate neanche l’anno seguente vanno retribuite con un’indennità del 25%.

Articolo 40; Regolamento relativo alle ore supplementari per i lavoratori temporanei (a prestito)

Lavoro notturno / lavoro al fine settimana / lavoro serale

Per il lavoro notturno, dornenicale e nei giorni festivi sono corrisposti i seguenti supplementi:

OrarioIndennità
Domeniche/festivi00h00-24h00100%
Esposizioni/fiere la dornenica00h00-24h0050%
Lavoro notturno di meno di 25 notti per anno civile23h00-06h0050%

In caso di lavoro notturno continuativo o periodico prestato per 25 o più notti ad anno civile, i dipendenti ricevono un tempo di riposo supplementare pari al 10% del lavoro notturno effettivamente prestato.

Articolo 41.1 e 41.4

Lavoro a turni / servizio di picchetto

Per assicurare il servizio di riparazione, il lavoratore può essere
assegnato al servizio di picchetto.

È tempo di lavoro anche il servizio di turno o di picchetto, se il lavoratore deve tenersi pronto a intervenire all’interno dell’azienda.
Non è considerato tempo di lavoro il servizio di turno in cui il lavoratore è a disposizione del datore di lavoro al di fuori dell’azienda. Se invece il lavoratore è chiamato al lavoro, questo tempo è considerato tempo di lavoro. In deroga all’art.25.1 CCNL è considerato tempo di lavoro anche il tempo per il tragitto dal domicilio del lavoratore al luogo di lavoro.

Domenica, giorni festivi, notte: supplementi previsti dalla legge sul lavoro

Articolo 21.9; Appendice 13

Rimborso spese

Tipo di speseIndennità
Indennità di mezzogiorno per lavoro fuori sede (= > almeno 15km di distanza dall' officina)CHF 15.--
Utilizzo del veicolo privato:
AutoCHF -.60/km
Moto >125 cm3 di cilindrataCHF -.35/km
Moto <125 cm3 di cilindrataCHF -.30/km

Articoli 42 e 43

Altri supplementi

I contratti complementari possono fissare il versamento d’indennità per determinati lavori che causano inconvenienti (sporcizia, odori, pericolo, freddo, ecc.).

Articolo 44

Orario di lavoro e giorni liberi

Orario di lavoro

ArtigianatoAl giorno (ore)Alla settimana (ore)Al mese (ore)All'anno (ore)
Metalcostruzioni, fabbri, serramenti e costruzioni in acciaio8401742'086
Tecniche agricole, maniscalchi8.442182.52'190

Articolo 24

Vacanze

Giorni di vacanza:
Categoria di èta201420152016201720182019
dopo il compimento del 20° anno d’età222223232324
dopo il compimento del 50° anno d’età252525252525
dopo il compimento del 60° anno d’età303030303030

Per i giovani lavoratori fino a 20 anni compiuti la durata delle
vacanze è di 5 settimane.

Articoli 28

Giorni di congedo retribuiti (assenze)

OccasioneGiorni compensati
Matrimonio del lavoratore3 giorni
Matrimonio di un figlio1 giorno
Nascita di un figlio3 giorni
Decesso del coniuge, di un figlio o di un genitore3 giorni
Decesso dei nonni, suoceri, genero, nuora, fratello o sorella (se vivevano nella stessa economia domestica)3 giorni
Decesso dei nonni, suoceri,genero, nuora, fratello o sorella (se non vivevano nella stessa economia domestica)1 giorno
Riforma militare, giornata d’informazione per l’arruolamento1 giorno
Fondazione/trasloco della propria economia domestica, purché non sia legato a un cambiamento di datore di lavoro, al massimo 1 volta all’anno1 giorno
Cura dei propri famigliari malatifino a 3 giorni

Articolo 33

Giorni festivi retribuiti

Sono pagati otto giorni festivi all’anno e il 1° agosto.
Il datore di lavoro può decidere di far recuperare le ore mancanti dovute agli ulteriori giorni festivi. Queste ore sono indennizzate con il salario orario normale.

Articolo 30

Congedo di formazione

Generalmente: fino a 3 giorni retribuiti l’anno
Per il perfezionamento degli esperti: due giorni supplementari l’anno

Articoli 22.1 e 23.1

Indennità per perdita di guadagno

Malattia / infortunio

Malattia:
80% del salario durante 720 giorni nello spazio di 900 giorni consecutivi.
Assicurazione per indennità giornaliera di malattia: quota del premio a carico del lavoratore: 50%

Infortunio:
Assicurazione infortuni presso la SUVA. Il datore di lavoro prende a carico il pagamento del salario nella misura dell’80% il giorno dell’infortunio e i seguenti due giorni, poichè questi non sono assicurati dalla SUVA.


Assicurazione infortuni non professionali: I premi dell’assicurazione infortuni non professionali sono a carico del dipendente.

Articoli 48 - 53

Congedo maternità / paternità / parentale

Congedo paternita: 3 giorni

Articolo 33

Servizio militare / civile / di protezione civile

Tipo di servizio% del salario
Servizio militare, civile o di protezione civile:
- fino a 4 settimane per anno civile100%
- per ulteriori periodi di servizio80%
Scuola reclute:
- celibi senza obbligo di mantenimento50%
- coniugati o celibi con obbligo di mantenimento80%
- militari in ferma continuata, durante 300 giorni, purché restino alle dipendenze del datore di lavoro almeno 6 mesi dopo il servizio80%

Articolo 54.2

Regolamentazioni in materia di pensionamento / pensionamento anticipato

Il pensionamento flessibile è possibile dal compimento del 58° anno d’età.

Articolo 32.2

Contributi

Fondo paritetico / contributi per le spese di esecuzione / contributi per il perfezionamento

ChiContribuzione
LavoratoriCHF. 20.--/mese
Datori di lavoroCHF 20.--/mese per ogni lavoratore sottoposto al CCL

Articolo 19.3

Protezione del lavoro / contro la discriminazione

Disposizioni antidiscriminazione

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Parità in generale / parità salariale / conciliazione della vita professionale e familiare / molestie sessuali

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Sicurezza sul lavoro / protezione della salute

Principio: Datore di lavoro e dipendente applicano in comune le misure d’igiene e di prevenzione degli infortuni.

Igiene e prevenzione degli infortuni, obblighi del datore di lavoro:
- Adottare tutte le misure necessarie alla salvaguardia della vita e della salute del dipendente
- Regolare l’andamento del lavoro in modo da preservare i dipendenti dagli infortuni, dalle malattie e dall’affaticamento eccessivo.
- Informare i dipendenti

Igiene e prevenzione degli infortuni, obblighi del dipendente:
- Assecondare il datore di lavoro
- Itilizzare conformemente alle istruzioni le infrastrutture destinate alla salvaguardia della sicurezza e della salute

Articoli 20.3 e 21.5

Apprendisti / dipendenti fino a 20 anni d'età

Subordinazione al CCL:
Per le persone in formazione, dall‘inizio del tirocinio 2014, si applieano i seguenti articoli del CCL: art. 24 «Durata del lavoro», art. 30 «Giorni festivi» e art. 33 «Assenze giustificate». L‘indennittà mensile alle persone in formazione è pagata 13 volte all‘anno.

Salariale da apprendisti - raccomandazione USM 2014
AFC quattro anni:
- 1° anno: CHF 600.--
- 2° anno: CHF 800.--
- 3° anno: CHF 1'050.--
- 4° anno: CHF 1'300.--
Apprendistato complementare:
- 1° anno: da CHF 1'200.-- fino a 1'400.--
- 2° anno: da CHF 1'500.-- fino a 1'700.--
- 3° anno: da CHF 1'800.-- fino a 2'000.--
Certificato federale di formazione pratica:
- 1° anno: CHF 500.--
- 2° anno: CHF 700.--

Vacanze (conforme alla legge):
- dei dipendenti fino a 20 anni di età per legge: 5 settimane
- congedo giovanile (fino a 30 anni di età, per svolgere del volontariato nel campo delle attività giovanili, senza diritto alla retribuzione): 5 giorni di formazione supplementari.

Articoli 3.4 e 28.3; appendice 7; salariale da apprendisti - raccomandazione USM 2014; 329a+e CO

Disdetta

Termine di preavviso

Durata dell'impiegoTermine di disdetta
Durante il periodo di prova (1 mese; massimo 3 mesi, tramite accordo)7 giorni
Successivamente:
nel 1° anno di servizio1 mese
dal 2° al 9° anno di servizio2 mesi
a partire dal 10° anno di servizio3 mesi


Articolo 60 e 61

Protezione contro il licenziamento

La disdetta da parte del datore di lavoro è abusiva segnatamente se data:
a) per l’appartenenza o la non appartenenza del lavoratore a un’associazione di lavoratori o per il legittimo esercizio di un’attività sindacale da parte del lavoratore;
b) durante il periodo nel quale il lavoratore è nominato rappresentante dei salariati in una commissione aziendale o in un’istituzione legata all’impresa e il datore di lavoro non può
provare che aveva un motivo giustificato di disdetta.

Articolo 62.2

Partenariato sociale

Parti contraenti

Rappresentanza dei lavoratori

Sindacato Unia
Sindacato SYNA

Articolo 1

Rappresentanza dei datori di lavoro

Unione Svizzera del Metallo (USM)

Articolo 1

Organi paritetici

Organi d'esecuzione

Le Commissioni Paritetiche Professionali hanno in particolare i
seguenti compiti:
a) cura della collaborazione tra le parti contraenti;

b) fatturazione (riscossione, amministrazione, sollecito ed esecuzione) dei contributi delle spese di applicazione, in casi individuali e secondo le istruzioni della CPNM;

c) se necessario, organizzazione di manifestazioni comuni;
d) esame delle questioni che le vengono presentate
– dalle parti contraenti,
– dalle sezioni e
– dalla CPNM;

e) controlli dei libri paga e dei cantieri, compreso il rapporto di controllo, secondo le istruzioni della CPNM;
f) controllo dell’esecuzione della CCNL, secondo le istruzioni della CPNM;
g) decisioni su spese di controllo, spese procedurali,
crediti supplementari

e pene convenzionali;
h) decisione in merito al mancato rispetto del salario minimo ai sensi degli art.37.4 e 37.5 e comunicazione alla CPNM ai sensi dell’art.11.5h, in casi individuali;
i) promozione della formazione e del perfezionamento professionale;
j) attuazione di misure in materia di sicurezza sul lavoro e protezione della salute;
k) per il resto alla CPP è inoltre applicabile per analogia il Regolamento della CPNM.

Se in un cantone o in una regione non esiste una CPP, compete
alla CPNM assumerne le funzioni.

La Commissione Paritetica Nazionale delle Metalcostruzioni (CPNM) ha i seguenti compiti:
a) collaborazione tra le parti contraenti;

b) applicazione ed esecuzione della presente CCNL;
c) adozione di tutte le misure necessarie all’esecuzione della CCNL; la CPNM può delegare questi compiti alla CPP (art.10);
d) trasmissione alle CPP di istruzioni organizzative e amministrative concernenti la fatturazione dei contributi professionali e alle spese di applicazione;

e) designazione del servizio incaricato dell’incasso e della

fatturazione (riscossione, amministrazione, sollecito ed esecuzione) dei contributi professionali e alle spese di applicazione;
f) trattative salariali ai sensi dell’art.39;
g) trattative sulla CCNL;

h) decisione in merito al mancato rispetto del salario minimo ai sensi degli art.37.4 e 37.5, in casi individuali (delega al consiglio della CPNM);
i) giudizio sull’assoggettamento di un datore di lavoro alla Convenzione (delega al consiglio della CPNM);
j) decisione e incasso di spese di controllo,
spese procedurali, crediti supplementari

e pene convenzionali (delega al consiglio della CPNM);
k) giudizio e decisione in caso di divergenze d’opinione e controversie tra le parti contraenti, rispettivamente tra le loro sezioni, riguardanti l’applicazione e l’interpretazione di disposizioni della presente CCNL o di una delle appendici, che ne sono parte integrante;

l) promozione del perfezionamento professionale;
m) attuazione di misure in materia di sicurezza sul lavoro e protezione della salute;
n) proposte di adeguamento della CCNL ai sensi dell’art.15.1 avanzate dalle parti contraenti durante la durata di validità della presente CCNL;
o) esame delle questioni sottoposte dalle CPP, purché:
– escano dal quadro dell’azienda,
– riguardino l’interpretazione della CCNL e
– siano d’interesse generale;
p) problemi e compiti che le vengono sottoposti;
q) sostegno amministrativo al fondo per la formazione professionale dell’Unione Svizzera del Metallo;

r) giudizio e decisione in merito a differenze dalle disposizioni contrattuali collettive di lavoro (delega al consiglio della CPNM).

Articoli 10.2 e 11.5

Partecipazione

Congedo per partecipare alle attività sindacali

Oltre ai 3 giorni di congedo di formazione, 2 giorni per collaboratori che svolgono funzioni accessorie presso un’associazione firmataria del CCNL, ovvero per la partecipazione all’assemblea dei delegati delle associazioni firmatarie del CCNL.

Articolo 23.1

Disposizioni in materia di partecipazione (commissioni aziendali, commissioni giovanili ecc.)

Nell’ambito aziendale i lavoratori o, dove esistono, le loro rappresentanze hanno diritto all’informazione e alla consultazione ai sensi degli art.9 e 10 della legge sulla partecipazione. Il datore di lavoro deve inoltre favorire la cooperazione dei lavoratori ai sensi delle raccomandazioni contenute nell’appendice 4. Per la costituzione di una rappresentanza dei lavoratori si applicano gli art. 3, 5 e 6 della legge sulla partecipazione.

Articolo 14.1; Appendice 4

Disposizioni di protezione per i delegati sindacali e i membri delle commissioni aziendali/del personale

La disdetta da parte del datore di lavoro è abusiva segnatamente se data:
a) per l’appartenenza o la non appartenenza del lavoratore a un’associazione di lavoratori o per il legittimo esercizio di un’attività sindacale da parte del lavoratore;
b) durante il periodo nel quale il lavoratore è nominato rappresentante dei salariati in una commissione aziendale o in un’istituzione legata all’impresa e il datore di lavoro non può
provare che aveva un motivo giustificato di disdetta.

Articolo 62.2

Misure sociali / piani sociali / licenziamenti di massa / mantenimento dei posti di lavoro

Direttive speciali con descrizione delle istanze da percorrere ed elenco delle misure da prendere in considerazione
(abolizione delle ore supplementari fornite regolarmente, riduzione dell’orario lavorativo settimanale, chiusure prolungate delle aziende, elaborazione di piani sociali, sostegno ai lavoratori nella ricerca di nuovi impieghi, definizione di criteri di licenziamento)

Appendice 6 (Direttive relative alle misure da adottare in caso di orario ridotto, disoccupazione strutturale o tecnologica e chiusure aziendali)

Disciplina sui conflitti

Procedura di conciliazione

Tra le parti contraenti:
LivelloInstituzione responsabile
1° LivelloCommissione paritetica nazionale
2° LivelloTribunale arbitrale

Tra sezioni/regioni delle parti contraenti (nel quadro delle disposizioni complementari) e all’interno dell’azienda:
1° LivelloCommissione paritetica professionale
2° LivelloCommissione paritetica nazionale
3° LivelloTribunale arbitrale

Articolo 9

Obbligo della pace

Le parti contraenti s’impegnano a rispettare la pace assoluta del lavoro.

Articolo 4.2

Cauzione

Ammontare della cauzione:
- CHF 10'000.-- per le somme superiori a CHF 20’000.--
- CHF 5'000.-- in caso di somme per mandati fra i CHF 2’000 franchi e 20'000.-- per anno civile
- nessuna cauzione per mandati inferiore a CHF 2’000.-- per anno civile
Utilizzo della cauzione:
Copertura copertura delle sanzioni contrattuali, delle spese di controllo e di procedura e dei contributi … alle spese di applicazione ai sensi dell’articolo 19 CCNL.
Svincolo della cauzione:
Quando il datore di lavoro ha cessato definitivamente (di fatto e di diritto) l’attività lavorativa nel settore delle metalcostruzioni del carattere obbligatorio generale o in caso di aziende e lavoratori distaccati, minimo sei mesi dopo l’ultimazione dell’opera oggetto del contratto d’appalto. La cauzione viene svincolata nel caso che tutte le condizioni sono soddisfatte (p. es. assenza di contributi professionali scoperti o vertenze aperte).

Allegato 15: Articoli 1, 2, 4 e 7

Documenti e link  inizio pagina
» Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale
» Commissione paritetica nazionale nel settore del metallo (CPNM)
» CCNL per l'artigianato del metallo 2014 (1278 KB, PDF)
» Adeguamento salariale 2015 metalcostruzioni Svizzera (244 KB, PDF)
» Adeguamento salariale 2014 metalcostruzioni Svizzera (13 KB, PDF)

Esportazione inizio pagina
» Documento PDF
» Scarica file Excel
 

    Al momento il suo elenco dei preferiti non contiene alcuna versione di CCL.


Unia Home


Produktion (Version 5.4.2)