Servizio-CCL.ch
Servizio-CCL.ch Logo Unia

Contratto Unia CCL per il ramo Involucro edilizio Svizzera (precedentemente: copritetto e dei costruttori di facciate)

Versione del CCL

Contratto collettivo di lavoro : dal 01.01.2016
Conferimento dell’obbligatorietà generale: 01.04.2016 - 31.12.2018

Criterio di selezione (51 su 51)

Dettagli CCL conformemente al criterio di selezioneinizio pagina

Panoramica del CCL

Dati di base

Tipo di CCL

Sovraregionale

Ramo professionale

Tetti e facciate

Responsabile del CCL

Bruna Campanello

Numero di occupati assoggettati

3'960 (2015), 3'960 (di cui 120 donne; 2014), 3'990 (2012), 3'200 (di cui 2% donne; 2010), 3'082 (2009), 2'700 (2007)

Numero di aziende assoggettate

838 (2015), 838 (2014), 856 (2012), 870 (2011), 910 (2007)

Campi di applicazione

Campo d'applicazione geografico

Valido per tutta la Svizzera, fatta eccezione per i cantoni Basilea Città, Ginevra, Vaud e Vallese.

Articolo 3.1

Campo d'applicazione aziendale

Applicabili a tutti i datori di lavoro e a tutti i lavoratori delle aziende attive nel ramo dell’involucro edilizio. Tra queste vanno annoverate le aziende che si occupano di tetti a falde, tetti piani / impermeabilizzazioni sottoterra e facciate, come altresì quelle che eseguono interventi con elementi a partire dalle sotto-costruzioni statiche nell’edilizia come:
- inserimento della barriera al freno vapore / isolamento termico / strato di barriera all’aria
- copertura, impermeabilizzazione, rivestimento con diversi materiali
- strati di protezione e strati praticabili
- montaggio sull’involucro edilizio di elementi per l’uso dell’energia solare (fotovoltaico / impianti termici senza istallazioni 220 V)

Sono escluse le facciate compatte (a cappotto) con intonaco e strutture a rilievo.

Articolo 4

Campo d'applicazione personale

Si applica a tutti i lavoratori e a tutte le lavoratrici occupati nelle aziende attive nel ramo dell’involucro edilizio.

Non sono sottoposti al CCL:
a) l’amministratore dell’azienda, nonché i collaboratori con una funzione direttiva
b) i capimastri con diploma federale
c) gli impiegati di commercio e il personale addetto alla vendita
I lavoratori devono essere informati se e a quale CCL essi sono sottoposti.

Dettagli complementari circa l’assoggettamento delle persone in formazione sono fissati nell’Appendice 2.

In generale, occorre rispettare le disposizioni del CCL anche per le persone a tempo parziale con mansioni prevalentemente manuali.

Articolo 5

Campo d'applicazione geografico con carattere obbligatorio generale

L’obbligatorietà generale è applicabile su tutto il territorio svizzero, eccetuati i Cantoni di Basilea Campagna, Basilea Città, Ginevra, Vaud e Valais.

Articolo 2: conferimento del carattere obbligatorio generale

Campo d'applicazione aziendale con carattere obbligatorio generale

Le disposizioni del contratto collettivo di lavoro sono applicabili a tutti i datori di lavoro e a tutti i lavoratori delle aziende attive nel ramo dell’involucro edilizio. Tra queste vanno annoverate le aziende che si occupano di tetti a falde, tetti piani / impermeabilizzazioni sottoterra e facciate, come altresì quelle che eseguono interventi con elementi a partire dalle sotto-costruzioni statiche nell’edilizia come:
– inserimento della barriera al freno vapore / isolamento termico / strato di barriera all’aria
– copertura, impermeabilizzazione, rivestimento con diversi materiali
– strati di protezione e strati praticabili
– montaggio sull’involucro edilizio di elementi per l’uso dell’energia solare (fotovoltaico / impianti termici senza istallazioni 220 V)

Sono escluse le finestre e le porte, le facciate compatte (a cappotto) con intonaco e strutture a rilievo, sistemi di costruzioni in legno e in metallo nonché le facciate in legno.

Articolo 2: conferimento del carattere obbligatorio generale

Campo d'applicazione personale con carattere obbligatorio generale

Il CCL si applica a tutti i lavoratori e a tutte le lavoratrici occupati nelle aziende attive nel ramo dell’involucro edilizio. Dettagli complementari circa l’assoggettamento delle persone in formazione sono fissati nell’Appendice 2.

Non sono sottoposti al CCL:
a) l’amministratore dell’azienda, nonché i collaboratori con una funzione direttiva
b) i capimastri con diploma federale
c) gli impiegati di commercio e il personale addetto alla vendita

Articolo 2: conferimento del carattere obbligatorio generale

Durata della convenzione

Proroga contrattuale automatica / clausola di proroga

Finché le parti contraenti non lo revocano, il CCL rimane in vigore per un ulteriore anno.

Articolo 19

Informazioni

Informazioni / indirizzo per l'ordinazione / Commissione paritetica

Commissione paritetica nazionale (CPN) per il ramo Involucro edilizio Svizzera
Strassburgstrasse 11
Casella postale 3321
8021 Zurigo
Tel. 044 295 30 76
Fax: 044 295 30 63
info@plk-gebaeudehuelle.ch
www.plk-gebaeudehuelle.ch

Unia:
Bruna Campanello
044 295 16 37
bruna.campanello@unia.ch

Condizioni di lavoro

Salario e componenti salariali

Salari / salari minimi

Salari minimi mensili a partire dal 1.1.2014 (dichiarato d’obbligatorietà generale a partire dal 1.4.2014):
Salari minimiLavoratori qualificatiLavoratori semi-qualificatiLavoratori ausiliari
Esperienza prof. nel ramoSalari mensiliSalari orariSalari mensiliSalari orariSalari mensiliSalari orari
< = 12 mesiCHF 4'438.--CHF 24.35CHF 4'100.--CHF 22.55CHF 3'900.--CHF 21.45
> 12 mesiCHF 4'616.--CHF 25.35CHF 4'244.--CHF 23.30CHF 4'017.--CHF 22.05
> 24 mesiCHF 4'801.--CHF 26.40CHF 4'393.--CHF 24.15CHF 4'138.--CHF 22.75
> 36 mesiCHF 4'993.--CHF 27.45CHF 4'547.--CHF 25.--CHF 4'262.--CHF 23.40
> 48 mesiCHF 5'193.--CHF 28.55CHF 4'706.--CHF 25.85CHF 4'390.--CHF 24.10
> 60 mesiCHF 5'401.--CHF 29.70CHF 4'871.--CHF 26.75CHF 4'522.--CHF 24.85

Articoli 24 e 27; accordo complementare 2014

Categorie salariali

a) Lavoratore qualificato:
Sono considerati lavoratori qualificati tutti i lavoratori che hanno concluso il proprio apprendistato nell’ambito professionale degli addetti alle policostruzioni e che sono sottoposti al CCL. Alla presente categoria appartengono inoltre i lavoratori qualificati che provengono da professioni nel settore delle costruzioni, purché svolgano la loro professione. Sono considerati lavoratori equivalenti i lattonieri e i carpentieri.

b) Lavoratore semi-qualificato:
Sono considerati lavoratori semi-qualificati tutti i lavoratori che dispongono di un certificato di formazione pratica nell’ambito professionale degli addetti alle policostruzioni e che sono sottoposti al CCL. Alla presente categoria appartengono inoltre i lavoratori con certificato che provengono da professioni nel settore delle costruzioni e che svolgono la propria professione.

c) Lavoratore ausiliario:
A questa categoria appartengono tutti i lavoratori impiegati in un’azienda sottoposta al CCL e che non rientrano nella categoria dei lavoratori qualificati e dei lavoratori semi-qualificati.

Articolo 24.6

Aumento salariale

2014 (dichiarato d’obbligatorietà generale a partire dal 1° aprile 2014):
I salari effettivi dei lavoratori sottoposti saranno aumentati in modo generale di CHF 40.-- al mese, risp. di CHF -.22 all’ora. Hanno diritto a questo aumento del salario effettivo tutti i lavoratori il cui salario mensile non supera CHF 6’751.25.

Adeguamento salariale (dichiarato d’obbligatorietà generale a partire dal 1° aprile 2014):
I salari effettivi dei lavoratori sottoposti saranno oggetto ogni anno, sempre dal 1° gennaio, di un aumento per ogni lavoratore di 40 franchi al mese, risp. di 22 centesimi all’ora. L’aumento automatico del salario reale verrà corrisposto fino a un salario massimo, superiore del 25 % rispetto al salario minimo più alto di tutte le categorie (lavoratori qualificati > 60 mesi).

Per informazione:
I salari minimi saranno oggetto di un adeguamento automatico al rincaro fino all’1.5%. In relazione all’adeguamento del rincaro fanno stato le stesse direttive determinanti per i salari che superano il 25% dell’importo massimo fissato per il salario minimo.

Articolo 27.1; accordo complementare 2014

Indennità di fine anno / tredicesima mensilità / gratifica / premio per anzianità di servizio

I lavoratori retribuiti mensilmente hanno diritto ad un’indennità di fine anno pari al 100% del salario lordo mensile medio. I lavoratori che percepiscono un salario a ore: un’indennità pari all'8.33% del salario totale lordo percepito nel corso dell’anno trascorso.

Articolo 28

Assegni per i figli

Il datore di lavoro versa al lavoratore gli assegni per i figli, risp. gli assegni familiari. Gli assegni sono dovuti per ogni figlio verso cui il lavoratore ha un obbligo legale di mantenimento e di assistenza.
L’importo di tali assegni è de?nito dalle disposizioni cantonali.
Il datore di lavoro versa al lavoratore gli assegni assieme al salario.

Articolo 45

Supplementi salariali

Lavoro straordinario / ore supplementari

Il lavoro straordinario viene indennizzato unicamente se è stato ordinato dal datore di lavoro o dal suo rappresentante.
Sono considerate lavoro straordinario normale le ore di lavoro effettuate entro i limiti dell’orario giornaliero secondo la legge sul lavoro (dalle ore 06.00 alle ore 20.00). Il lavoro straordinario normale deve essere compensato con tempo libero di uguale durata entro 5 mesi, contando a partire dal 31 dicembre di un anno civile. Se la compensazione dovesse risultare impossibile entro il termine stabilito, occorre presentare alla CPN una richiesta di proroga del termine debitamente motivata. In tal caso non ammessa una compensazione in denaro. L‘eccezione disciplinata dall‘articolo 34 CCL.

Eccezione: lavoro aggiuntivo volontario
Se i lavoratori intendono effettuare volontariamente e per loro scelta ore di lavoro aggiuntive, essi devono precedentemente accordarsi con il datore di lavoro riguardo al periodo e all’entità del lavoro aggiuntivo. Tale accordo deve essere stipulato imperativamente per iscritto. Il lavoro aggiuntivo concordato in sede separata non è computabile al lavoro annuale e verrà retribuito in aggiunta al salario ordinario senza ulteriori indennità. Questo anche nel caso in cui il lavoro aggiuntivo venisse prestato di sabato. Nel conteggio salariale, il lavoro aggiuntivo concordato deve essere riportato separatamente.
Il limite ammissibile attinente alla durata massima del lavoro ai sensi della legge sul lavoro non può essere superato.
L’accordo sul lavoro aggiuntivo volontario è soggetto all’obbligo di autorizzazione. Di conseguenza occorre presentare all’attenzione della CPN una domanda, debitamente motivata, mediante l’apposito modulo.

Articoli 25 e 34

Lavoro notturno / lavoro al fine settimana / lavoro serale

Le ore straordinarie dovute a lavoro di sabato, di sera, devono essere compensate in primo luogo con un supplemento di tempo libero nel corso dei cinque mesi seguenti. Se una compensazione in tempo libero non è realizzabile, tali ore devono essere retribuite con un’indennità di salario, come indicato nella tabella riportata qui di seguito.
Se le ore straordinarie vengono compensate con tempo libero di uguale durata, l’indennità di salario deve essere comunque versata al lavoratore, conformemente alla tabella seguente.

Tipo di lavoroOrarioIndennità di salario
Lavoro domenicale e festivo23.00-23.00100%
Lavoro di sabato6.00-12.0025%
12.00-20.0050%
Lavoro serale20.00-23.0050%
lavoro notturno23.00-6.0050%

Articolo 26

Lavoro a turni / servizio di picchetto

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Rimborso spese

Principio:
Le spese aggiuntive per i pasti e per l’alloggio in seguito ad un lavoro fuori sede sono a carico del datore di lavoro.

Indennità per il pasto di mezzogiorno: CHF 17.--
Utilizzo di un’autovettura privata: CHF -.60/km

Articoli 29 e 30; accordo complementare 2014

Orario di lavoro e giorni liberi

Orario di lavoro

2'184 ore l’anno (incluso il percorso di lavoro remunerato; mediamente 42 ore la settimana; 182 ore il mese)

Articolo 31.2

Vacanze

2014 e 2015
Categoria d'ètaGiorni di vacanzaLavoratori con salario orario

Fino al 20° anno di età compiuto25 giorni10.64%

Fino al 50° anno di età compiuto24 giorni10.17%

Fino al 60° anno di età compiuto25 giorni10.64%

A partire dal 61° anno di età30 giorni13.04%


Dal 2016
Categoria d'ètaGiorni di vacanzaLavoratori con salario orario

Fino al 20° anno di età compiuto25 giorni10.64%

Fino al 50° anno di età compiuto25 giorni10.64%

Fino al 60° anno di età compiuto25 giorni10.64%

A partire dal 61° anno di età30 giorni13.04%


Articolo 37.1; appendice 1: articolo 2.1

Giorni di congedo retribuiti (assenze)

Purché non coincidano con dei giorni non lavorativi:
OccasioneGiorni compensati
Matrimonio2 giorni
Nascita di un figlio3 giorni
Matrimonio di un figlio1 giorno
Decesso del coniuge, di un figlio o dei genitori3 giorni
Decesso dei nonni, suoceri, genero, nuora o di un fratello/ una sorella, se vivevano nella stessa economia domestica del lavoratore3 giorni
Decesso di nonni, suoceri, genero, nuora o di un fratello/una sorella, se non vivevano nella stessa economia domestica del lavoratore1 giorno
Militare: proscioglimento1 giorno
Fondazione/trasloco della propria economia domestica senza cambiamento del datore di lavoro1 giorno

Articolo 43.1

Giorni festivi retribuiti

Se non vi sono disposizioni complementari in merito, valgono i giorni festivi seguenti: 1° gennaio (Anno Nuovo), 2 gennaio o 1° novembre, Venerdì Santo, Lunedì di Pasqua, Ascensione, Lunedì di Pentecoste, 1° agosto (festa nazionale), Natale (25 dicembre), Santo Stefano (26 dicembre).
Lavoratori con salario orario: per ogni giorno festivo 0.39%

L’indennità per giorni festivi è calcolata sulla base dell’orario normale di lavoro a salario orario normale come da art. 31.2 CCL. I giorni festivi remunerati che cadono nel periodo delle vacanze vengono indennizzati e non sono considerati giorni di vacanza. I giorni festivi che cadono su un sabato o una domenica non lavorativi non possono essere compensati. Tale disposizione si applica pure ai giorni festivi che cadono in giorni di malattia, infortunio, servizio militare o di protezione civile nonché durante assenze non retribuite.

Articoli 41 e 42; appendice 1: articolo 2.1

Congedo di formazione

Fino a 3 giorni di lavoro retribuiti l’anno, per conferenze di formazione tenute dalle parti contraenti.

Articolo 44

Indennità per perdita di guadagno

Malattia / infortunio

Malattia:
In caso di assenze dei lavoratori dovute a malattia, il primo giorno della relativa assenza e considerato come giorno di attesa e non verrà pagato. Se retroattivamente, a partire dal 3° giorno di assenza, verrà presentato un certificato medico, questo giorno di attesa è soggetto a retribuzione. A partire dal secondo giorno dell’assenza, l’obbligo di versamento del salario da parte del datore di lavoro è disciplinato.
80% del salario per 720 giorni nell’arco di 900 giorni consecutivi
Assicurazione dell’indennità giornaliera per malattia, partecipazione ai premi da parte del lavoratore: 50%

Infortunio (secondo la legge):
Assicurazione contro gli infortuni presso la SUVA. Il datore di lavoro versa l’80% del salario per il giorno dell’infortunio e i due giorni successivi, che non sono assicurati dalla SUVA.
Assicurazione infortuni non professionali: i premi sono a carico del lavoratore.

Articoli 47 e 48

Congedo maternità / paternità / parentale

Congedo di maternità: 16 settimane (80% del salario)

Congedo paternità: 3 giorni

Articoli 43.1 e 52

Servizio militare / civile / di protezione civile

Tipo di servizio% del salario
Per le giornate di reclutamento, durante la scuola reclute in qualità di recluta e durante la formazione di base in qualità di militare in ferma continuata:
- persone senza figli50% del salario
- persone con figli80% del salario
Per militari in ferma continuata per un periodo di 300 giorni, purché essi continuino a lavorare per altri 6 mesi presso lo stesso datore di lavoro, durante i corsi quadro e di promozione e durante altri periodi di servizio militare fino a 4 settimane per anno civile:
- persone senza figli80% del salario
- persone con figli80% del salario

Articolo 49

Regolamentazioni in materia di pensionamento / pensionamento anticipato

Modello di prepensionamento (MPA):
Le parti contraenti hanno stipulato un contratto collettivo di lavoro per il pensionamento anticipato nel ramo Involucro edilizio Svizzera (CCL MPA Involucro edilizio) e si impegnano per l’esecuzione e l’applicazione comuni.

Articolo 62

Contributi

Fondo paritetico / contributi per le spese di esecuzione / contributi per il perfezionamento

Contributi dei lavoratori: CHF 25.--/mese (CHF 20.--/mese di spese di applicazione e CHF 5.--/mese al perfezionamento)

Contributi dei datori di lavoro: CHF 25.--/mese per ogni lavoratore/lavoratrice sottoposto al contratto (CHF 20.--/mese di spese di applicazione e CHF 5.--/mese al perfezionamento)

Articolo 20.5

Protezione del lavoro / contro la discriminazione

Disposizioni antidiscriminazione

Il datore di lavoro s’impegna a creare fra i suoi collaboratori un clima di lavoro all’insegna del rispetto reciproco e della tolleranza che escluda qualsiasi parzialità o discriminazione per il sesso, l’età, la provenienza, la razza, l’orientamento sessuale, la lingua, lo stato sociale, la forma di vita, la convinzione religiosa, politica o filosofica o per un handicap fisico o psichico e in grado, inoltre, di evitare molestie o pericoli per la salute. Per prevenire azioni di mobbing, le aziende creano una cultura comunicativa aperta e priva di paura.

Articolo 64

Parità in generale / parità salariale / conciliazione della vita professionale e familiare / molestie sessuali

Il datore di lavoro s’impegna a creare fra i suoi collaboratori un clima di lavoro all’insegna del rispetto reciproco e della tolleranza che escluda qualsiasi parzialità o discriminazione per il sesso [...]

Articolo 64

Sicurezza sul lavoro / protezione della salute

Il datore di lavoro adotta tutte le misure necessarie alla salvaguardia della vita e della salute del lavoratore. Il datore di lavoro regola l’andamento del lavoro in modo da preservare i lavoratori dagli infortuni, dalle malattie e dall’affaticamento eccessivo. Il datore di lavoro è tenuto ad informare i lavoratori sulle misure d’igiene e di prevenzione degli infortuni vigenti nell’azienda e sui cantieri.

Articolo 65

Apprendisti / dipendenti fino a 20 anni d'età

Assoggettamento:
Le disposizioni stabilite nel CCL, nonché i diritti e doveri ivi definiti, fanno stato anche per le persone in formazione delle aziende sottoposte al CCL. Le disposizioni sono applicabili anche ai lavoratori che svolgono un tirocinio supplementare.

Salari:
Salari minimi1° anno di tirocinio2° anno di tirocinio3° anno di tirocinio
Tirocini con attestato federale di capacità (AFC)CHF 800.--CHF 1'000.--CHF 1'200.--
Formazione professionale di base biennale con certificato federale di formazione pratica (CFP)CHF 700.--CHF 900.--/

Vacanze:
- Lavoratori fino al 20° anno di età compiuto: 5 settimane
- Congedo giovanile (fino a 30 anni di età, per svolgere del volontariato nel campo delle attività giovanili, senza diritto alla retribuzione): 5 giorni di formazione supplementari

Per l’assoggettamento delle persone in formazione sono dovuti dei contributi alle spese di applicazione. L’utilizzo di tali contributi viene definito nelle disposizioni del CCL. Il contributo alle spese di applicazione per le persone in formazione ammonta mensilmente a CHF 4.--. Mensilmente viene inoltre dedotto CHF 1.-- per la formazione. I contributi delle persone in formazione ammontano complessivamente a CHF 5.-- al mese. Il contributo alle spese di applicazione per i datori di lavoro ammonta mensilmente a CHF 4. Viene inoltre dedotto CHF 1.-- al mese per la formazione. I contributi per i datori di lavoro ammontano complessivamente a CHF 5.-- al mese. L’obbligo di contribuzione è disciplinato dalle disposizioni di cui all’articolo 20.5 e 20.6.


Articolo 37; Appendice 2: Regolamento aggiuntivo per le persone in formazione; CO 329a+e

Disdetta

Termine di preavviso

Anno di servizioTermine di disdetta
Durante il periodo di prova (1 mese)7 giorni
Nel 1° anno di servizio1 mese
2° - 6° anno di servizio2 mesi
Dal 7° anno di servizio3 mesi

Articoli 55 e 56

Protezione contro il licenziamento

La disdetta da parte del datore di lavoro è abusiva segnatamente se data:
a) per l’appartenenza o la non appartenenza del lavoratore a un’associazione di lavoratori o per il legittimo esercizio di un’attività sindacale da parte del lavoratore;
b) durante il periodo nel quale il lavoratore è nominato rappresentante dei salariati in una commissione aziendale o in un’istituzione legata all’impresa e il datore di lavoro non può provare che aveva un motivo giustificato di disdetta.

Dopo il tempo di prova, il datore di lavoro non può disdire il rapporto di lavoro:
b) dopo il decimo anno di servizio il divieto di disdetta vale durante il periodo in cui il lavoratore beneficia delle indennità per perdita di salario a causa di malattia o di infortunio (720 giorni), nella misura in cui egli è inabile al lavoro al 100 %.

Articoli 57 e 58

Partenariato sociale

Parti contraenti

Rappresentanza dei lavoratori

Sindacato Unia
Sindacato Syna

Rappresentanza dei datori di lavoro

Associazione per le aziende svizzere attive nel ramo dell'involucro edilizio (Involucro Svizzera)

Organi paritetici

Organi d'esecuzione

La Commissione Paritetica Nazionale ha il compito di:
a) vigilare sull’esecuzione del presente CCL
b) promuovere la collaborazione tra le parti

c) promuovere la formazione ed il perfezionamento professionali
d) emanare tutti i regolamenti necessari all’applicazione del CCL
e) procedere alla tassazione (cioè riscossione, amministrazione, richiamo e ricorso alle vie legali) dei contributi professionali e di spese di applicazione
f) designare la cassa incaricata della riscossione dei contributi professionali e di spese di applicazione
g) giudicare in caso di divergenze di opinione e di controversie tra le parti riguardanti l’applicazione e l’interpretazione di disposizioni del presente CCL o di una delle sue appendici che ne sono parte integrante

h) infliggere e riscuotere le multe convenzionali, come altresi le spese di controllo e processuali
i) decidere in materia di assoggettamento di un datore di lavoro al contratto
k) trattare i problemi che le vengono sottoposti dalle commissioni paritetiche professionali
l) occuparsi di qualsiasi altro compito relativo al settore che le viene sottoposto

m) vigilare affinché le disposizioni del CCL vengano rispettate e applicate
n) vigilare affinché le regole concernenti sicurezza del lavoro e la protezione della salute vengano rispettate e applicate nelle aziende e sui cantieri.

Articolo 9.4

Partecipazione

Congedo per partecipare alle attività sindacali

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Disposizioni in materia di partecipazione (commissioni aziendali, commissioni giovanili ecc.)

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Disposizioni di protezione per i delegati sindacali e i membri delle commissioni aziendali/del personale

La disdetta da parte del datore di lavoro è abusiva segnatamente se data:
a) per l’appartenenza o la non appartenenza del lavoratore a un’associazione di lavoratori o per il legittimo esercizio di un’attività sindacale da parte del lavoratore;
b) durante il periodo nel quale il lavoratore è nominato rappresentante dei salariati in una commissione aziendale o in un’istituzione legata all’impresa e il datore di lavoro non può provare che aveva un motivo giustificato di disdetta.

Articolo 57.2

Misure sociali / piani sociali / licenziamenti di massa / mantenimento dei posti di lavoro

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Disciplina sui conflitti

Procedura di conciliazione

Tra le parti contraenti:
LivelloInstituzione responsabile
1° livelloCommissione Paritetica Nazionale
2° livelloProcedura di mediazione
3° livelloTribunale arbitrale
Tra le sezioni/regioni delle parti contraenti (in merito alle disposizioni complementari) e nell’azienda:
LivelloInstituzione responsabile
1° livelloCommissione Paritetica Nazionale
2° livelloTribunale arbitrale


Articoli 16 e 17

Obbligo della pace

Le parti si impegnano per sé, le proprie sezioni e i propri membri a salvaguardare l’assoluta pace del lavoro per la durata del CCL per il ramo Involucro edilizio e si astengono in particolare da qualsiasi azione collettiva volta a turbare il lavoro all’interno del settore nei confronti di singole aziende per far valere rivendicazioni in relazione al CCL per il ramo Involucro edilizio.

Articolo 8.2

Cauzione

Somma per un mandato per l'anno civileCauzione
< CHF 2'000.--Nessuna
CHF 2'000.-- a CHF 20'000.--CHF 5'000.--
> CHF 20'000.--CHF 10'000.--

Utilizzo della cauzione:
Copertura di multe convenzionali e dei costi di controllo e di procedura di elaborazione nonché pagamento del contributo alle spese di applicazione.

Svincolo della cauzione:
Quando il datore di lavoro ha cessato definitivamente (di fatto e di diritto) l’attività lavorativa nel ramo dell'involucro edilizio del carattere obbligatorio generale o in caso di aziende e lavoratori distaccati, al massimo tre mesi dopo il completamento del contratto d’appalto che rientra nel campo di applicazione della Dichiarazione di obbligatorietà generale. La cauzione viene svincolata nel caso che tutte le condizioni sono soddisfatte (p. es. assenza di contributi professionali scoperti o vertenze aperte).

Appendice 8

Documenti e link  inizio pagina
» Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale
» CCL per il ramo Involucro edilizio Svizzera 2014 (299 KB, PDF)

Esportazione inizio pagina
» Documento PDF
» Scarica file Excel
Salario usuale del ramo professionale: inizio pagina
 

    Al momento il suo elenco dei preferiti non contiene alcuna versione di CCL.


Unia Home


Produktion (Version 5.4.4)