Servizio-CCL.ch
Servizio-CCL.ch Logo Unia

Contratto Unia CCL dei quadri della costruzione (capi muratori e capi fabbrica)

Versione del CCL

Sceglierne uno

Contratto collettivo di lavoro Conferimento dell’obbligatorietà generale

Criterio di selezione (51 su 51)

Panoramica del CCL

Dati di base

Tipo di CCLRamo professionaleResponsabile del CCLNumero di occupati assoggettatiNumero di aziende assoggettate

Campi di applicazione

Informazioni sintetiche sul campo d'applicazioneCampo d'applicazione geograficoCampo d'applicazione aziendaleCampo d'applicazione personaleCampo d'applicazione geografico con carattere obbligatorio generaleCampo d'applicazione aziendale con carattere obbligatorio generaleCampo d'applicazione personale con carattere obbligatorio generale

Durata della convenzione

Proroga contrattuale automatica / clausola di proroga 

Informazioni

Informazioni / indirizzo per l'ordinazione / Commissione paritetica 
Dettagli CCL conformemente al criterio di selezioneinizio pagina

Panoramica del CCL

Dati di base

Tipo di CCL

Sovraregionale

Ramo professionale

Quadri della costruzione

Responsabile del CCL

Chris Kelley

Numero di occupati assoggettati

ca. 5'000 (2010)

Numero di aziende assoggettate

2'650 (2010)

Campi di applicazione

Campo d'applicazione geografico

Il Contratto Quadri della costruzione si applica a tutto il territorio della Confederazione Svizzera.

Articolo 1

Campo d'applicazione aziendale

Si applica a tutte le imprese o parti di imprese svizzere o estere attive in Svizzera, ai subappaltatori e ai cottimisti indipendenti che impiegano lavoratori, purché la loro attività principale, ossia quella che li caratterizza, rientri nel settore dell'edilizia principale. L'attività che caratterizza l'impresa è l'attività svolta prevalentemente dall'impresa o dal reparto autonomo e viene determinata nel seguente modo:
1. in primo luogo si considera il criterio della «prestazione lavorativa in ore riferita all'attività dei reparti oggetto della verifica»;
2. se per un motivo qualsiasi non è possibile adottare questa procedura, si applica il criterio della percentuale d'impiego;
3. se anche questo metodo non conduce a un risultato inequivocabile, si applicano i criteri sussidiari, come il fatturato e l'utile, l'iscrizione nel registro di commercio e l'affiliazione all'associazione professionale.

L'attività che caratterizza l'impresa o la parte d'impresa rientra nel settore dell'edilizia principale in particolare quando l'impresa o la parte d'impresa opera principalmente, ossia in misura preponderante, in uno o diversi dei seguenti ambiti:
a. edilizia, genio civile (incluso il genio civile speciale), costruzioni stradali (incluse le pavimentazioni) e lavori in sotterraneo;
b. lavori di sterro, demolizioni, discariche e imprese di riciclaggio; sono esclusi gli impianti di riciclaggio fissi situati al di fuori dei cantieri e il personale impiegato in queste strutture;
c. lavorazione della pietra, attività di cava e imprese di selciatura;
d. lavorazione del marmo e del granito;
e. imprese attive nella posa di ponteggi, nella costruzione e nell'isolamento di facciate, escluse quelle che realizzano superfici di tamponamento; per «superfici di tamponamento» si intendono tetti inclinati, sottotetti, tetti piani e rivestimenti di facciate (con relativa sottostruttura e isolamento termico);
f. imprese di impermeabilizzazione e isolamento di superfici di tamponamento in senso lato e attività analoghe nel settore del genio civile e dei lavori in sotterraneo;
g. imprese che eseguono lavori di iniezione e risanamento di calcestruzzo, imprese di taglio e foratura di calcestruzzo;
h. imprese che eseguono rivestimenti di asfalto e messa in opera di betoncini;
i. imprese di giardinaggio nella misura in cui l'attività che le caratterizza rientra nel settore dell'edilizia principale, ossia che eseguono prevalentemente lavori ai sensi del presente campo di applicazione aziendale, come lavori edili, opere di livellamento, di muratura ecc.;
k. trasporto da e verso cantieri; sono escluse le forniture di materiali edili prodotti industrialmente (ad es. mattoni, prodotti in calcestruzzo, ferri di armatura, calcestruzzo da centrale e rivestimenti stradali).

Articolo 2; convenzione addizionale 12

Campo d'applicazione personale

Sono assoggettati al presente contratto i capi muratori e i capi fabbrica impiegati in un’impresa di cui all’articolo 2.

Sono considerati capi muratori e capi fabbrica soltanto i lavoratori che soddisfano le seguenti condizioni:
a) hanno superato un esame professionale o
b) sono o sono stati espressamente riconosciuti come tali dall’impresa in considerazione delle loro capacità e prestazioni.
I capi muratori e i capi fabbrica che rivestono una funzione di datore di lavoro o che fanno parte della direzione non sono sottoposti al presente contratto.

Articolo 3

Durata della convenzione

Proroga contrattuale automatica / clausola di proroga

CCL si rinnova di anno in anno se non viene disdetto per iscritto da una delle parti sei mesi prima della scadenza (31.12.2012) .

Articolo 31.2

Informazioni

Informazioni / indirizzo per l'ordinazione / Commissione paritetica

Società svizzera degli impresari-construttori (SSIC)Weinbergstrasse 49
Case postale
8042 Zurich
044 258 84 86
verband@baumeister.ch

Unia:
Bruno Tanner
031 350 22 72
bruno.tanner@unia.ch

Condizioni di lavoro

Salario e componenti salariali

Salari / salari minimi

Salari base al 1° gennaio 2013Zone salarialiSalario mensileSalaire horaire
Zone salariali ROSSORegione di Basilea, GECHF 6'573.--CHF 37.35
Zone salariali BLUArgovia, Appenzello (AI/AR), Berna – esclusi i distretti amministrativi di Aarberg, Aarwangen, Bienna, Burgdorf, Büren, Erlach, Fraubrunnen (senza i comuni di Diemerswil, Moosseedorf, Münchenbuchsee), Laupen, Nidau, Signau, Trachselwald, Wangen a.A. – Friborgo, Grigioni (senza i distretti Brusio, Poschiavo, Bregaglia, con il comune di Maloja), Giura, Lucerna, Neuchâtel, Nidvaldo, Obvaldo, Sciaffusa, Svitto, Soletta (senza i distretti Dorneck-Thierstein), San Gallo, Turgovia, Uri, Vaud, Vallese, Zugo, ZurigoCHF 6'316.--CHF 35.85
Zone salariali VERDEBerna – distretti amministrativi di Aarberg, Aarwangen, Bienna, Burgdorf, Büren, Erlach, Fraubrunnen (senza i comuni di Diemerswil, Moosseedorf, Münchenbuchsee), Laupen, Nidau, Signau, Trachselwald, Wangen a.A. – Glarona, Grigioni (distretti Brusio, Poschiavo, Bregaglia, senza il comune di Maloja), Ticino.CHF 6'060.--CHF 34.45

Per determinare il salario orario di un capo muratore occorre dividere il salario mensile per 176 (2’112 : 12 = 176).

Articolo 10; convenzione addizionale 12

Categorie salariali

Sono considerati capi muratori e capi fabbrica soltanto i lavoratori che soddisfano le seguenti condizioni:
a) hanno superato un esame professionale o
b) sono o sono stati espressamente riconosciuti come tali dall’impresa in considerazione delle loro capacità e prestazioni.

Articolo 3.1

Aumento salariale

2014:
Congelamento dei salari

2013:
Aumento dello 0,5% dei salari effettivi e dei salari base

Ogni anno, in autunno, le parti del presente contratto avviano trattative su eventuali adeguamenti salariali o altri miglioramenti del trattamento economico dei capi muratori e dei capi fabbrica. Eventuali adeguamenti dei salari minimi vengono negoziati ogni due anni.

Articolo 22.1; convenzione addizionale 12

Indennità di fine anno / tredicesima mensilità / gratifica / premio per anzianità di servizio

I dipendenti/e hanno diritto a una tredicesima alla fine dell'anno (= salario mensile; pro rata: 8,33%).

Articolo 10.4

Assegni per i figli

Ai sensi degli leggi cantonali

Articolo 22.2

Supplementi salariali

Lavoro straordinario / ore supplementari

Se l’orario di lavoro settimanale è superiore a 48 ore, alla fine del mese successivo le ore di lavoro in più devono essere retribuite con il salario base e con un supplemento del 25 %.
I supplementi d'ore supplementari e di lavoro di sabato, lavoro notturno o festivo no sono cumulabili. Viene applicato il supplemento più alto.

Articoli 8.6 e 11.3

Lavoro notturno / lavoro al fine settimana / lavoro serale

Sorta di lavoroSupplemento
Lavoro al sabatoSupplemento del 25% sotto forma di denaro
Lavoro notturno (tra le ore 20 e le ore 5 in estate e le ore 6 in inverno) e lavoro domenicale (dalle ore 17 di sabato fino alle 5 del lunedì, 6 in inverno) senza lavoro a turniSupplemento del 50% sotto forma di denaro
Lavoro nei giorni festiviSupplemento sotto forma di denaro del 50%

I supplementi d'ore supplementari e di lavoro di sabato, lavoro notturno o festivo no sono cumulabili. Viene applicato il supplemento più alto.

Articolo 11

Lavoro a turni / servizio di picchetto

Ai lavoratori che lavorano a turni viene concesso un supplemento di 20 minuti per ogni turno. Invece di questo supplemento di tempo può eventualmente essere versato un supplemento di 1 franco per ogni ora di lavoro.

Articolo 11.4.3

Rimborso spese

Pranzo: CHF 14.--
Indennità di chilometraggio: CHF -.60/km
L’impresa e il lavoratore devono accordarsi sull’indennità di trasferta mediante contratto.

Articolo 12.2; Accordo supplementare 2009

Altri supplementi

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Orario di lavoro e giorni liberi

Orario di lavoro

Conforme a Contratto nazionale mantello per l'edilizia principale in Svizzera, Articoli 24-28:
2'112 ore/anno (52.14 settimane a 40.5 ore) al minimo 37.5 e al massimo 45 ore/settimana.

Articolo 8, Convenzione addizionale sui salari 09 e adeguamenti del CCL del 15 ottobre 2008

Vacanze

Categoria d'etàVacanze
Fino al compimento del 20° anno6 settimane (13% del salario)
Dal compimento del 20° anno d'età fino al 50° anno compiuto5 settimane (10.6% del salario)
Dopo il compimento del 50° anno d'età6 settimane (13% del salario)

Articolo 16.1

Giorni di congedo retribuiti (assenze)

OccasioneGiorni compensati
Matrimonio del lavoratorefino a 2 giorni
Matrimonio in famiglia1 giorno
Nascita di un figlio1 giorno
Decesso del coniuge o di un figliofino a 3 giorni
Decesso di fratelli, sorelle, genitori e suocerifino a 3 giorni
Decesso di altri parenti o conoscentipartecipazione alle esequie
Trasloco della propria economia domestica, se il rapporto di lavoro non è disdetto1 giorno
Ricerca di un impiego a disdetta avvenuta, d’intesa con il datore di lavoroil tempo necessario
Esami professionali superiori riconosciuti dall’UFFT o esami professionali pubblici o sovvenzionati dallo Stato, perizie, partecipazione a seminari e corsi di associazioni svizzeredi comune accordo
Esercizio di una funzione pubblicadi comune accordo
Proscioglimento dall’obbligo militare½ giornata

Articolo 9.1

Giorni festivi retribuiti

Annualmente vengono retribuiti al massimo 9 giorni festivi e di riposo (incluso il 1° agosto) ricorrenti in un giorno lavorativo. In assenza di un CCL locale, vigono i giorni festivi e di riposo legali stabiliti a livello cantonale. I giorni festivi che danno diritto a un’indennità vanno bonificati anche quando cadono durante le vacanze del lavoratore.

Articolo 10.5.1

Congedo di formazione

Per la formazione e il perfezionamento professionali e/o funzionali alla gestione del personale, il lavoratore ha diritto a 5 giorni di lavoro pagati all’anno.

Articolo 18.1

Indennità per perdita di guadagno

Malattia / infortunio

Malattia:
Se un lavoratore è impedito a lavorare in seguito a malattia o a un infortunio riconosciuto dalla Suva, ha diritto al pagamento del 100 % dell’ultimo salario al massimo per la durata prevista dalla tabella qui di seguito
Anni di servizioDurata
Primo anno di servizio dopo almeno tre mesi di servizio1 mese
Secondo e terzo anno di servizio2 mesi
Dal quarto al sesto anno di servizio3 mesi
Dal settimo al nono anno di servizio4 mesi
Dal decimo al quattordicesimo anno di servizio5 mesi
Dal quindicesimo anno di servizio6 mesi

Se la malattia o l’infortunio si protrae oltre la durata indicata nella tabella, il diritto si riduce all’90 % dell’ultimo salario versato per 720 giorni nell’arco di 900 giorni consecutivi. I premi per l’assicurazione collettiva di indennità giornaliera sono sostenute dall’impresa e dal lavoratore nella misura del 50 % ciascuno.

Infortunio:
- Assicurazione conformemente alla legge federale sull’assicurazione contro gli infortuni (LAINF)
- Prestazioni: 80% del salario assicurato
- I premi per l'assicurazione contro gli infortuni professionali e non professionali sono a carico dell'impresa.

Articolo 14; convenzione addizionale 12

Congedo maternità / paternità / parentale

Congedo paternità: 1 giorno

Articolo 9.1

Servizio militare / civile / di protezione civile

Il lavoratore ha diritto all’indennità se il rapporto di lavoro
a) è durato più di tre mesi prima dell’inizio del servizio militare, civile o di protezione civile oppure
b) dura più di tre mesi, compreso il periodo di servizio militare, civile o di protezione civile.

Durata del servizioChiIndennità
Durante le prime quattro settimane100% del salario
Dalla 5° alla 21° settimanacelibi senza persone a carico50% del salario
coniugati o celibi con persone a carico80% del salario

Articolo 15

Regolamentazioni in materia di pensionamento / pensionamento anticipato

I capi muratori e i capi fabbrica sono sottoposti al Contratto collettivo di lavoro per il pensionamento anticipato nel settore dell’edilizia principale del 12 novembre 2002, dichiarato di obbligatorietà generale.

Articolo 20

Contributi

Fondo paritetico / contributi per le spese di esecuzione / contributi per il perfezionamento

Le parti del presente contratto partecipano al fondo di applicazione e per la formazione nell’edilizia principale (ad esempio Parifonds-Edilizia).

Contributi alle spese d'applicazione e di formazione e perfezionamento professionale (Parifonds):
ChiMontante (% della masse salariale soggetta alla LAINF)
Contributo a carico dei lavoratori0.55%
Contributo a carico del datore di lavoro0.4%

Articolo 26; convenzione addizionale 12

Protezione del lavoro / contro la discriminazione

Disposizioni antidiscriminazione

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Parità in generale / parità salariale / conciliazione della vita professionale e familiare / molestie sessuali

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Sicurezza sul lavoro / protezione della salute

Vedi Convenzione addizionale «Partecipazione nell’edilizia
principale». Il datore di lavoro deve fare in modo che:
a) tutti i lavoratori impiegati nella sua impresa o su un suo cantiere, compresi i lavoratori di altre imprese che vi prestano la loro opera e che vi lavorano per suo mandato, siano informati e istruiti tempestivamente ed esaustivamente sui pericoli legati alla loro attività, ma anche su temi quali la sicurezza sul lavoro e la tutela della salute;
b) venga designato un «preposto alla sicurezza sul lavoro» in conformità al «Concetto settoriale per la sicurezza sul lavoro e la tutela della salute nel settore principale della costruzione» che abbia la dovuta preparazione e sia in grado di svolgere i compiti assegnatigli.

Articoli 28; Convenzione addizionale «Partecipazione nell’edilizia principale»

Apprendisti / dipendenti fino a 20 anni d'età

Il CCL solamente si applica ai quadri della costruzione.

Disdetta

Termine di preavviso

Anni di servizioTermini di disdetta
Durante il periodo di prova7 giorni
Nel primo anno di servizio1 mese
Dal secondo anno di servizio3 mesi

Lavoratori a partire da 55 anni:
Anni di servizioPeriodo di preavviso
nel 1° anno di servizio1 mese
dal 2° al 9° anno di servizio4 mesi
dal 10° anno di servizio6 mesi

Articoli 5 e 6.1; convenzione addizionale 12

Protezione contro il licenziamento

Malattia o infortunio prima della disdetta
Se il lavoratore è impedito di lavorare totalmente o parzialmente per malattia o infortunio, il suo rapporto di lavoro non può essere disdetto:

Anni di servizioTermini di disdetta
Nel primo anno di servizio30 giorni
2° - 5° anno di servizio90 giorni
6° anno o dopo il compimento del 45° anno d'etàfintantoché il lavoratore ha diritto a indennità giornaliere

Malattia o infortunio dopo la disdetta
Se il lavoratore si ammala durante il termine di disdetta, tale termine è sospeso conformemente all’articolo 336c capoverso 2 CO:
Anni di servizioProtezione dalla disdetta
Nel primo anno di servizio30 giorni
2° - 5° anno di servizio90 giorni
Dal sesto anno di servizio180 giorni

Un lavoratore non può essere licenziato soltanto perché è stato eletto all’esercizio di una carica sindacale.

Articolo 6.4; convenzione addizionale 12

Partenariato sociale

Parti contraenti

Rappresentanza dei lavoratori

Quadri dell'edilizia svizzera
Associazione svizzera dei quadri
Sindacato Unia (dal 1° giugno 2010)
Sindacato Syna (dal 1° giugno 2010)

Rappresentanza dei datori di lavoro

Società svizzera degli impresari-construttori (SSIC)

Organi paritetici

Organi d'esecuzione

Commissione paritetica svizzera di sorveglianza Costruzione
(CPSSC; non esiste - stato febbraio 2014)
Nella CPSSC vengono nominati tre rappresentanti della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori e tre rappresentanti degli organizzazioni dei lavoratori.
Compiti: La CPSSC ha il compito di applicare le disposizioni contrattuali del presente CCL, incluse le appendici e le convenzioni addizionali, su mandato e a nome delle parti contraenti.

Articolo 23 e appendice 2

Fondo

Fondo di applicazione e per la formazione nell’edilizia principale (Parifonds-Edilizia)

Articolo 26

Partecipazione

Congedo per partecipare alle attività sindacali

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Disposizioni in materia di partecipazione (commissioni aziendali, commissioni giovanili ecc.)

Nelle imprese o parti di imprese con oltre 50 occupati, un quinto dei lavoratori con diritto di voto (in imprese con oltre 500 occupati almeno 100 lavoratori) può chiedere una votazione generale sull’opportunità di eleggere una rappresentanza dei lavoratori

In collaborazione con la rappresentanza dei lavoratori, l’impresa definisce in un regolamento i compiti e i livelli di participazione della rappresentanza dei lavoratori.

Articoli 29 - 32 della Convenzione addizionale "Partecipazione nell’edilizia principale"

Disposizioni di protezione per i delegati sindacali e i membri delle commissioni aziendali/del personale

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Misure sociali / piani sociali / licenziamenti di massa / mantenimento dei posti di lavoro

Secondo la Convenzione addizionale "Partecipazione nell’edilizia principale"

Appendice 1

Disciplina sui conflitti

Procedura di conciliazione

LivelloInstituzione responsabile
1° livelloImpresa
2° livelloCommissione paritetica svizzera di sorveglianza Costruzione (CPSSC; non esiste - stato febbraio 2014)
3° livellomediazione
4° livelloTibunale civile

Articoli 23 e 24

Obbligo della pace

Le parti del presente contratto si impegnano per sé, le loro sezioni e i loro soci a salvaguardare, per l’intera durata del contratto, la pace illimitata (assoluta) del lavoro ai sensi dell’articolo 357a capoverso 2 CO. Sono quindi proibite tutte le azioni volte a turbare il lavoro, quali lo sciopero, la minaccia di sciopero, l’incitamento allo sciopero e ogni resistenza passiva, come pure ogni rappresaglia o altro mezzo di lotta, quale la serrata o il boicottaggio.

Articolo 25

Cauzione

Nessuna disposizione imperativa o di forza obbligatoria oltre il minimo legale

Documenti e link  inizio pagina
» CCL quadri della costruzione 2008 (535 KB, PDF)
» Convenzione addizionale 12 quadri della costruzione (71 KB, PDF)
» Convenzione 2010 (293 KB, PDF)

Esportazione inizio pagina
» Documento PDF
» Scarica file Excel
Salario usuale del ramo professionale: inizio pagina
 

    Al momento il suo elenco dei preferiti non contiene alcuna versione di CCL.


Unia Home


Produktion (Version 5.4.4)